Parlano le utenti

Consultori Familiari: il Servizio Sanitario pubblico vicino alle donne, non alle malattie . . .

 

Home
La ricerca
Normativa
Sedi e orari
Servizi offerti
Chi sono le utenti
Parlano le utenti
SOS Violenze
Letture e Siti

Perchè scegliere il consultorio familiare?

Lo abbiamo chiesto a 150 utenti dei consultori familiari pubblici di Torino.

Il consultorio viene scelto, e spesso consigliato ad altre amiche e parenti, principalmente perché è un servizio nel quale è possibile trovare operatrici altamente qualificate e per la gratuità delle prestazioni (‘è gratuito e le operatrici sono bravissime’, ‘E’ la prima volta che vengo e non saprei dare un giudizio complessivo sul consultorio, ma posso dire che le operatrici sono molto brave’). Ci sono altri due ordini di motivazioni che si legano a questi giudizi: il primo riguarda le caratteristiche di familiarità dell’ambiente determinate dalla grande disponibilità nell’accoglienza e nell’ascolto, da riservatezza e discrezione (‘…la pazienza delle operatrici che sanno ascoltare i problemi e sono disponibili al dialogo…’, ‘…mi hanno sempre spiegato le cose in modo chiaro, cercando di farmi capire…anche se io non parlo molto bene l’italiano’; il secondo fa riferimento ad aspetti territoriali e organizzativi, quali l’essere comodo (vicino, di facile accesso), l’avere orari flessibili, l’essere sempre seguiti dallo stesso medico e/o ritrovarlo poi anche in ospedale.

Alcune donne enfatizzano la scelta di avvalersi di strutture pubbliche per una questione  di diritti di cittadinanza (‘è giusto usare il servizio pubblico’), altre perché ritengono sia l’unica concreta possibilità a disposizione. E’ questo il caso delle straniere e delle adolescenti che sottolineano l’importanza di poter usufruire di un servizio qualificato ed estremamente discreto (una straniera racconta: ‘all’inizio avevo paura perchè non avevo il permesso di soggiorno, ma non mi hanno fatto storie, non mi hanno detto niente...’ – una giovane: ‘mi sono sentita libera di parlare senza paura della mia sessualità, anche se sono molto giovane. Non mi hanno giudicata, anzi mi hanno dato tutte le informazioni che volevo…’).

Gli aspetti più critici riguardano le strutture e i tempi di attesa per ottenere un appuntamento, alcune rispondenti fanno riferimento anche ad aspetti organizzativi come l’affollamento nelle sale d’attesa (che richiama il problema dei tempi di attesa) e il fatto che le operatrici abbiano poco tempo da dedicare a ciascuna: ‘è un luogo poco accogliente dal punto di vista strutturale’, ‘Il consultorio, da quando lo frequento, ha cambiato quattro volte sede. Adesso però la sede è bella’, ‘Mi piace la schiettezza della dottoressa, certo che la struttura è fatiscente’, ‘…ci vorrebbe una persona che risponde solo al telefono’, ‘…il fatto che ci sia la segreteria telefonica impedisce di poter parlare direttamente con le operatrici, in caso di urgenze…inoltre non sono mai puntuali, non rispettano gli appuntamenti dati…però sono 15 anni che la dottoressa mi segue: è brava e mi conosce bene’.

Volto di donna - cm. 33x48 - supp. cartaceo liscio (1999) (1)         "L'ambiente è familiare"

  "Mi sono trovata bene. All'inizio avevo paura perchè non avevo il permesso di soggiorno, ma non mi hanno fatto storie, non mi hanno detto niente...'"

                                                  "Tolgono ogni dubbio e insicurezza"

"Avevo paura delle visite ginecologiche, ma qui ho scoperto che non c'è nulla di cui aver paura" Volto di donna - cm. 24x33 - acquerello e pastello acquerellato - supp. cartaceo ruvido (1999)(1)

"E' un servizio molto utile, soprattutto per noi adolescenti, altrimenti... non sapremmo dove andare"  

"E' un servizio valido e globale: non incentrato solo sulla visita medica"

 

(1) immagini sono tratte dal sito: http://www.genzianatraifiori.it

Home | La ricerca | Normativa | Sedi e orari | Servizi offerti | Chi sono le utenti | Parlano le utenti | SOS Violenze | Letture e Siti


CIRSDe

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne

[www.cirsde.unito.it].