La ricerca

Consultori Familiari: il Servizio Sanitario pubblico vicino alle donne, non alle malattie . . .

 

Home
La ricerca
Normativa
Sedi e orari
Servizi offerti
Chi sono le utenti
Parlano le utenti
SOS Violenze
Letture e Siti

                                  Per stampare il testo della ricerca (click)

 

In breve

Il servizio territoriale dei Consultori, nel tempo, è stato inglobato nella logica del sistema di aziendalizzazione del servizio sanitario. Questo ha portato da un lato ad una scomposizione del servizio in molteplici realtà territoriali, passando da un coordinamento unico cittadino all’attuale dipendenza dalle 4 ASL; dall’altro lato i vari Consultori hanno assunto forme organizzative differenti. Questa differenziazione è conseguenza sia di scelte economiche e organizzative delle singole aziende sanitarie, sia di strategie di risposta ai cambiamenti socio-demografici che si registrano a Torino e che caratterizzano diversamente la popolazione di competenza delle varie ASL.

Le scelte economiche e organizzative dipendono principalmente dalla presenza  o meno dell’ospedale, e più in specifico del reparto di ginecologia e ostetricia, quale presidio dell’ASL. Là dove vi è un ospedale di riferimento, Consultori e ospedale offrono percorsi integrati alle loro utenti (es. dalle visite in gravidanza alla cura del neonato), hanno personale in comune (es. il medico che visita durante la gravidanza è presente in ospedale) e  formulano proposte formative articolate tra territorio e ospedale. Là dove, invece, non vi è un ospedale di riferimento (o meglio il reparto di ostetricia),  i Consultori hanno maggiormente puntato alla costituzione di una fitta rete di servizi territoriali, ma anche ospedalieri, a cui potersi appoggiare e con cui lavorare. I servizi di Consultorio hanno così tentato di esprimere la loro capacità di innovazione e di ottimizzazione delle risorse, lavorando per offrire un servizio pubblico di qualità.

In risposta ai cambiamenti demografici e sociali e, comunque, seguendo le differenti impostazioni organizzative che li caratterizzano, i Consultori hanno differenziato le modalità di erogazione del servizio - il numero e la dislocazione delle sedi, l’organizzazione degli orari di apertura al pubblico, la possibilità di fissare gli appuntamenti – ed hanno anche attivato servizi specifici con caratteristiche e modalità che vengono spesso riadattate ­ - servizi dedicati a gruppi definiti di utenti come gli spazi giovani, i corsi di parto etnici, lo spazio coppia, ecc.. E’ stata posta attenzione anche ai percorsi formativi degli operatori, con particolare riferimento agli aspetti di comunicazione, accoglienza – front office, conoscenza di culture straniere e vera e propria mediazione culturale.

La ricerca fotografa la situazione al primo semestre 2004. Nel frattempo sono già avvenuti dei cambiamenti e forse altri ne arriveranno anche a seguito di questo lavoro.

Chi ha partecipato alla ricerca

Questo lavoro è stato diretto, per il CIRSDe - Centro  Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne, da Chiara Saraceno e Tullia Todros.

La ricerca è stata realizzata da un gruppo di lavoro coordinato da Silvia Pilutti a cui hanno partecipato Simona Augero, Daniela Marsegaglia e Anita D'Agnolo Vallan.

Un particolare ringraziamento va ai coordinatori, o loro rappresentanti, dei servizi di consultorio della città di Torino, che hanno preso parte alla discussione sui temi proposti da questa ricerca: Piergiorgio Maggiorotti, Maria Orsola Chiattella (ASL1), Ettore Rossi (ASL2), Giovanna Guala (ASL3) e Maria Rosa Giolito (ASL4).

Il lavoro è stato possibile grazie all'interesse e alla partecipazione che tutti, operatrici e operatori, non medici e medici, ci hanno accordato.

Hanno collaborato, oltre alle persone già citate:

ASL 1

 

 

bullet

Maria Biasin

 

bullet

Daniela Esposito

 

bullet

Maria Luisa Gallo

 

bullet

Palmina Giuva

 

bullet

Fulvia Ranzani

 

bullet

Silvio Saccani

 ASL 2

 

 

bullet

Lorella Andreata

 

bullet

Maria Grazia Cella

 

bullet

Amalia Chirico (Resp. Servizio di Psicologia Osp. Martini)

 

bullet

Silvia Lupi

 

bullet

Tizian Pistol

 

bullet

Monica Rosso

 ASL 3

 

 

bullet

Laura Accornero

 

bullet

Nadia Colledan

 

bullet

Emanuela Corcelli

 

bullet

Rosa Dileo

 

bullet

Ida Iachia

 

bullet

Cristina Lito

 

bullet

Anna Paola Melpignano

 

bullet

Giovanna Pastore

 

bullet

Floriana Vanetto

 ASL 4

 

 

bullet

Laura Barberis

 

bullet

Maria Cristina Baratto

 

bullet

Liviana Bisagni

 

bullet

Elda Canestrai

 

bullet

Flavia Corti

 

bullet

Enza Guttilla

 

bullet

Roberto Lalario

 

bullet

Maria Cristina Madama

 

bullet

Lorena Mantovani

 

bullet

Rita Monferrato

 

bullet

Bruna Orlarei

 

bullet

Laura Sartorio

 

bullet

Maria Pia Viglino

Altri soggetti

 
bulletAssociazione Telefono Rosa - Lella Menzio (Presidente)
 
bulletCentro Psicoanalitico di trattamento di malesseri contemporanei - Rosa Elena Manzetti (Presidente)
 
bulletAssociazione TAMPEP - Simona Meriano
 
bulletAssociazione Alma Terra - Ahmed Saida e Ines Damilano
 
bulletMoica - Movimento Italiano Casalinghe
 
bulletAssociazione Promozione Donna
 
bulletCasa delle Donne - Patrizia Celotto
 
bulletRetedonna
 
bulletPunto Famiglia - Mariella Piccione
 
bulletANCED - Associazione Centro Consultoriale Ginecologia ecografia e ostetricia - Silvestro D'Affinito

Su Organizzazione Modelli Accoglienza Operatrici/ori

Home | La ricerca | Normativa | Sedi e orari | Servizi offerti | Chi sono le utenti | Parlano le utenti | SOS Violenze | Letture e Siti


CIRSDe

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne

[www.cirsde.unito.it].