Consultori Familiari a Torino

Consultori Familiari: il Servizio Sanitario pubblico vicino alle donne, non alle malattie . . .

 

Home
La ricerca
Normativa
Sedi e orari
Servizi offerti
Chi sono le utenti
Parlano le utenti
SOS Violenze
Letture e Siti

Ricomincio da T®e

 

 

      "Gaetanooo! Gaetaaà..."

 

"N'ata volta Firenze n'ata volta zio Antonio e pò nun part maje!"

"Se te dico cà parto parto! basta me sò scucciato.. ricomincio da tre"

"Da zero!"

"Nossignore da tre! Cioè tre cose me sò riuscite ind'a vita e adda lassà pure chelle..."

"Attento Gaetà, chi parte sa da che cosa fugge ma non sa che cosa cerca.."

"Azz è bella!, l'e fatte tu?"

"Si"

Massimo Troisi e Lello Arena in 'Ricomincio da tre'     

 

Questo lavoro è la prima iniziativa promossa dall'Osservatorio Cittadino sulla salute delle Donne. Il titolo 'Ricomincio da T®e' è indicativo della centralità che si vuole dare alle donne ('Ricomincio da Te') e del fatto ci si vuole reimpossessare del patrimonio di attività, lavori e servizi già in essere che riguardano le donne ('Ricomincio da T®e').

La citazione alle battute di Massimo Troisi e la loro assonanza con il titolo della ricerca è, invece, solo una simpatica evocazione.

 

Il progetto

 

I consultori pubblici sono stati istituiti nel 1975, a seguito delle domande e delle iniziative del movimento delle donne. Nati come servizi multidisciplinari, a seguito della istituzione del Servizio Sanitario Nazionale ne sono divenuti un servizio di base.

Torino può vantare una storia molto significativa in questo settore, fatta di quasi 30 anni di attenzione ed esperienza sviluppate dai  servizi pubblici nell'interesse delle cittadine residenti. Tale esperienza non è mai stata compiutamente indagata e sistematizzata, benché varie statistiche siano state puntualmente raccolte e siano stati fatti seri tentativi di approfondimento.

Il progetto del CIRSDe si è sviluppato con l’obiettivo di realizzare una mappa dei servizi Consultoriali pubblici cittadini, ricostruendone gli aspetti essenziali, sia dal punto organizzativo-funzionale, che della tipologia di utenza e di prestazioni richieste/offerte. Tracciare, quindi, l’immagine del funzionamento  attuale dei Consultori pubblici con l’intento di offrire elementi su cui riflettere ed eventualmente progettare.

 

La ricerca, realizzata con il contributo dell'Amministrazione Comunale dal  Centro interdisciplinare Ricerche e Studi delle Donne dell'Università degli studi di Torino (CIRSDe), si colloca all'interno delle attività avviate dall'Osservatorio Cittadino sulla Salute delle Donne.

L'Osservatorio Cittadino sulla Salute delle Donne

Istituito nel 2003(1), l'Osservatorio Cittadino sulla Salute delle Donne si propone di curare:

bullet

la lettura e il raccordo dei dati sulla salute delle donne in un'ottica di genere, definendo strumenti di monitoraggio e criteri di valutazione;

bullet

l'elaborazione di proposte per favorire la conoscenza, l'utilizzo e la valorizzazione dei servizi preposti alla tutela della salute della donna, in linea con gli obiettivi individuati dall'Osservatorio stesso;

bullet

la diffusione di ricerche innovative, in particolare relative all'analisi dell'impatto dei lavori di cura e domestici sulla salute delle donne e al monitoraggio dei fattori di rischio attinenti alla sfera sessuale e riproduttiva delle donne;

bullet

la creazione di report quantitativi e qualitativi delle istanze ai servizi e dell'offerta dei medesimi, in collaborazione con le ASL e l'ASO O.I.R.M. S. Anna.

I prodotti

Questo lavoro è il primo prodotto che l'Osservatorio sulla Salute delle Donne ha costruito. La ricerca svolta dal CIRSDe è stata discussa  con le rappresentanti dell'Osservatorio e condivisa con i responsabili dei consultori torinesi (perchè era quanto mai importante che si riconoscessero nella fotografia fatta).

Era nelle aspettative di tutti che potesse avere un impatto concreto, che proponesse qualcosa di pratico. Per questo oltre al rapporto di ricerca sono stati elaborati altri strumenti.

bullet

Da un lato si è pensato all'organizzazione di un Evento Formativo (2, 3) a cui partecipassero tutte le operatrici e gli operatori dei consultori pubblici di Torino per un confronto diretto;

bullet

dall'altro abbiamo costruito questo CD-Rom che contiene tutti i principali risultati della ricerca, in un formato gradevole e di facile utilizzo. Inoltre nel CD è possibile accedere ad alcuni dati di approfondimento (es. testi di leggi, dati ufficiali su uso di contraccettivi in Italia, IVG, ecc.) e a interessanti documenti su temi inerenti i consultori. Abbiamo cercato così di rispondere ad alcune delle richieste che sono emerse nel corso delle interviste da parte delle operatrici.

L'ideazione e la realizzazione del Cd-Rom è stata curata da Silvia Pilutti. L'autrice ha incluso nel Cd-Rom materiale già pubblicato su altri siti citandone sempre la fonte e si scusa per eventuali imprecisioni o errori.

(1) Nato su proposta  degli Assessori allora in carica Stefano Lepri (Assessore alla famiglia e ai servizi sociali)  e Paola Pozzi (Assessore al sistema educativo e alle politiche di pari opportunità) e tutt'ora sostenuto dai rispettivi Assessorati: Marco Borgione (Assessore alla famiglia e ai servizi sociali) e Santina Vinciguerra (Assessore al sistema educativo e alle politiche di pari opportunità).

 

 
 

Home | La ricerca | Normativa | Sedi e orari | Servizi offerti | Chi sono le utenti | Parlano le utenti | SOS Violenze | Letture e Siti


CIRSDe

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO

Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne

[www.cirsde.unito.it].